Il percorso liceale orienta lo studente, con i linguaggi propri delle scienze umane, nelle molteplici dimensioni attraverso le quali l’uomo si costituisce in quanto persona e come soggetto di reciprocità e di relazioni: l’esperienza di sé e dell’altro, le relazioni interpersonali, le relazioni educative, le forme di vita sociale e di cura per il bene comune, le forme istituzionali in ambito socio-educativo, le relazioni con il mondo delle identità e dei valori.

A chi è rivolto?

  • Vuole cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi;
  • Acquisire la padronanza dei linguaggi, delle metodologie e delle tecniche di indagine nel campo delle scienze umane.

Se….

  • Sei interessato al senso della condizione umana, della convivenza e della organizzazione sociale;
  • Se ti incuriosisce l’esplorazione della realtà del presente;
  • Se ti incuriosiscono le dinamiche sociali.

COSA SI STUDIA?

Il percorso di studio affronta lo studio delle scienze umane mediante gli apporti specifici e interdisciplinari della cultura pedagogica, psicologica e socio-antropologica.

Nel biennio, infatti, con gli Elementi di Psicologia, Sociologia e Statistica gli alunni hanno la possibilità di confrontarsi con le più recenti ricerche nel campo psicologico e sociologico e possono sviluppare le competenze tipiche delle discipline e cioè la capacità:

  •  d’ascolto empatico;
  • di sensibilità alle problematiche sociali;
  • di misurazione dei fenomeni psichici.

Il corso si arricchisce poi con lo studio della Pedagogia che affronta le problematiche didattiche sia dal punto di vista storico-sociale sia da quello metodologico e operativo. La metodologia della Ricerca sociopsicopedagogica permette agli allievi di conseguire competenze e abilità specialistiche spendibili nel mondo del lavoro.

E DOPO?

Il curricolo formativo quinquennale offre un naturale sbocco verso un’ampia scelta di facoltà universitarie per il conseguimento sia di diplomi di laurea (lettere, lingue e letterature straniere, psicologia, scienze dell’educazione, scienze della comunicazione, scienze della formazione primaria) sia di lauree di primo livello (assistenti sociali, operatori in comunità terapeutiche, logopedisti, ecc…) oltre che nel segmento post-secondario (animatori di comunità) e nell’I.F.T.S. (Istruzione Formazione Tecnica Superiore integrata tra scuola, università, ente di formazione, azienda ecc…) ai fini di fornire professionalità molto richieste dalla moderna società.